Translate

domenica 19 settembre 2021

“Quando Dio perdona un peccatore il diavolo perde il suo dominio sul cuore di cui si era impossessato…” - L'invito di Maria al perdono


(sotto troverete 

"LA PREGHIERA DEL PERDONO")

 

“Quando Dio perdona un peccatore che umilmente confessa il suo peccato, il diavolo perde il suo dominio sul cuore di cui si era impossessato…” (San Bernardo da Chiaravalle, dottore della Chiesa)
 
Testimonianza di P. Jozo:
"Dopo che la Madonna a Medjugorje al 4° giorno delle Apparizioni ci ha portato alla confessione, ha soggiunto: "Prima di pregare ognuno deve perdonare i nemici, offrirli al Padre e desiderare per loro la grazia e la benedizione". L'ho detto ai miei parrocchiani ed essi risposero "sì", ma poi ci fu un silenzio come un deserto per venti minuti. Ho chiesto allora di domandare la grazia di poter perdonare e così riprendere a pregare. Allora Maria ci ha fatto un grande regalo. Un signore al centro della chiesa ha gridato ad alta voce: "Signore, io ho perdonato, perdonami!" Ed ha incominciato a piangere. E allora tutti abbiamo pianto come se si fosse aperto un rubinetto di acqua e si é formato nella chiesa un solo coro che diceva: "Signore, anch'io ho perdonato, perdonami" ripetuto mille volte.
Poi si è assistito ad uno spettacolo insolito: le famiglie prima nemiche si invitavano a pranzo, poi si facevano regali, poi invitavano i vicini a far festa. Era il trionfo della grazia della riconciliazione.
 
 
Il tema del perdono e della riconciliazione con Dio e con gli uomini è oggi particolarmente attuale. Anche la Regina della Pace, quasi a suggello conclusivo del ciclo delle grandi Apparizioni Mariane iniziate a Rue du Bac nel 1830 e sviluppatesi poi a Lourdes nel 1858 e a Fatima nel 1917, lo sta preparando da più di ventisei anni con la sua straordinaria presenza di grazia a Medjugorje. Sin dal secondo giorno delle apparizioni, il 26 giugno 1981, sul Podbrdo, la Madonna rivela il motivo centrale della sua venuta a Medjugorje e la finalità essenziale del messaggio: "Sono venuta perché gli uomini si riconcilino con Dio e fra di loro!" e, poco dopo, apparendo nuovamente a Marijia, rivolge nuovamente al mondo un appello appassionato a ricevere e a donare quell'amore incessantemente offerto dal "Padre delle misericordie": "Pace! Pace! Riconciliatevi!".
 
L'invito di Maria al perdono si esprime in tre direzioni fondamentali:
1. la purificazione del cuore mediante un radicale cammino di conversione a Dio, per poter accogliere in pienezza il dono dell'Amore misericordioso offerto agli uomini dal Padre "Dives in Misericordia".
2. La capacità di chi ha accolto l'Amore e il perdono, "effuso nei nostri cuori per mezzo dello Spirito", di offrirlo incondizionatamente al prossimo nelle concrete situazioni esistenziali.
3. La disponibilità all'accoglienza incondizionata del fratello, per amore del Figlio di Dio presente in lui, anche se crocifisso e sepolto da pesanti strati di peccato e da insopportabili limiti umani.
È questa la "Via santa" che ci viene indicata da Maria, attraverso cui la vita della SS. Trinità può concretamente riversarsi sulla terra e, mediante l'accoglienza di cuori umili ed aperti al dono di grazia, effondersi in un torrente di luce spirituale di pace e di salvezza sul mondo intero. È questo il "grande sacrificio" gradito a Dio, cui ci richiama instancabilmente la Regina della Pace nei suoi messaggi: "Cari figli, desidero ringraziarvi per tutti i sacrifici e vi invito al più grande sacrificio: il sacrificio dell'amore… vi invito a cominciare a vivere l'amore nei vostri cuori" (Mess. 27/03/86), "Vi invito a portare sempre la concordia e la pace… con l'amore cambiate in bene tutto ciò che Satana vuole distruggere e di cui vuole appropriarsi" (Mess. 31/07/86), "…Che l'amore prenda il sopravvento in tutti voi, non però l'amore umano, ma l'amore divino" (20/11/86).
La Madonna tuttavia, in perfetta consonanza alla norma evangelica: "Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono" (Lc 6, 27-28), ci invita ad andare oltre il semplice perdono delle offese ricevute, per condividere gli stessi livelli di Amore puro e infuocato presenti nel Suo Cuore Immacolato: "…desidero che amiate tutti, buono e cattivi, col mio amore. Solo così l'amore prenderà il sopravvento nel mondo" (Mess. 25/05/88), invitandoci addirittura ad implorare da Dio la grazia "di amare ogni uomo come Lei stessa ha amato Gesù" (Preghiera alla Madre di bontà, di Amore e di misericordia" dettata a Jelena, Giovedì Santo 1984).
La Regina della Pace desidera inoltre che le anime siano pienamente risanate e liberate dalle devastanti conseguenze del peccato, che nel corso della storia personale di ciascuno ha inevitabilmente scavato ferite più o meno profonde nei cuori, appesantendoli e rendendoli incapaci di un'autentica esperienza di comunione con Dio e con i fratelli.
Maria ci guida ad una profonda guarigione interiore. La Madonna vuole guidarci su un cammino di guarigione dei livelli più profondi e malati dell'anima, per introdurci gradualmente, mediante una sempre più radicale purificazione del cuore, nella gioia ineffabile di una comunione infuocata con la SS. Trinità: "Vi invito a preparare il cuore per questi giorni in cui il Signore desidera in modo particolare purificarvi da tutti i peccati del vostro passato. Voi, cari figli, non potete farlo da soli, perciò sono qua io ad aiutarvi. Pregate, cari figli, così potrete conoscere tutto il male che sta in voi e presentarlo al Signore, in modo che il Signore possa purificare del tutto i vostri cuori." (Mess. 25/06/88).
In numerosi messaggi la Madonna, per poter realizzare un serio e concreto cammino di purificazione interiore, ci ricorda anche l’importanza fondamentale della dimensione propriamente sacramentale del perdono, mediante la pratica impegnata e frequente della confessione (Messaggi del 6 agosto 1982, dicembre 1983, 25 marzo 1985, 7 novembre 1983, 25 febbraio 1987, 25 gennaio 1995 etc.).
Il cammino di purificazione profonda che la Madonna ci propone, richiede tuttavia la disponibilità incondizionata non solo ad accogliere l’amore e il perdono donati da Dio, ma a diventare strumenti autentici e attivi della misericordia del Padre per gli altri fratelli. Per questo occorre una svolta fondamentale che ci conduca da un livello del semplice perdono donato e ricevuto, ad una decisione libera e matura di offrire la vita a Dio per la salvezza del mondo. Questo rappresenta un passo fondamentale nella pedagogia concreta della Regina della Pace offerta a Medjugorje: "Cari figli… sapete che vi amo e per amore vengo qua per mostrarvi la strada della pace e della salvezza delle vostre anime… Testimoniate con la vostra vita e sacrificate le vostre vite per la salvezza del mondo. Io sono con voi e vi ringrazio…" (Mess. 25/02/88).
Solo mediante l’offerta incondizionata della vita si arriva ad accogliere in pienezza il perdono donato dal Padre. Infatti, l’amore di Dio è uno solo e lo possiede realmente soltanto chi lo dona agli altri. Solo così è possibile vivere con verità e pienezza il precetto evangelico: "Siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro" (Lc 6, 36) e l’altro altrettanto esigente: "Questo e il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io vi ho amati. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici" (Gv 15, 12-13). Qui risiede il nucleo vero e l’essenza più profonda della chiamata spirituale di Maria a Fatima e a Medjugorje, ed è questa anche la nota spirituale caratteristica che si riscontra nei grandi testimoni della santità suscitati dallo Spirito in questo secolo (S. Teresa del B. G., S. Faustina Kowalska, Madre Speranza, P. Massimiliano Kolbe, P. Pio da Pietrelcina, ecc.). Ci sembra un segno luminoso di grande speranza che il Giubileo del terzo millennio, "l’anno di grazia del Signore", sia stato misteriosamente preparato, attraverso la presenza speciale di Maria tra gli uomini, da una straordinaria effusione dell’Amore misericordioso del Padre sul mondo.
La prospettiva della finale vittoria dell’amore di Dio e del perdono rischiara ora come non mai, con la vivissima luce dell’Agnello Immolato la via regale di chi è pronto a dare il proprio assenso incondizionato alla chiamata di Maria, per il definitivo trionfo del suo Cuore Immacolato su ogni potenza di tenebra presente nei cuori e nella storia degli uomini.
=======================
Messaggio dato dalla Madonna il 2 Giugno 2012 a Mirjana (una dei veggenti di Medjugorje):
Cari figli, sono continuamente in mezzo a voi perché, col mio infinito Amore, desidero mostrarvi la porta del Paradiso. Desidero dirvi come si apre: per mezzo della bontà, della misericordia, dell’amore e della pace, per mezzo di mio Figlio. Perciò, figli miei, non perdete tempo in vanità. Solo la conoscenza dell’Amore di mio Figlio può salvarvi. Per mezzo di questo Amore Salvifico e dello Spirito Santo, Egli mi ha scelto ed io, insieme a Lui, scelgo voi perché siate apostoli del Suo Amore e della Sua Volontà. Figli miei, su di voi c’è una grande responsabilità. Desidero che voi, col vostro esempio, aiutiate i peccatori a tornare a vedere, che arricchiate le loro povere anime e li riportiate tra le mie braccia. Perciò pregate, pregate, digiunate e confessatevi regolarmente. Se mangiare mio Figlio è il centro della vostra vita, allora non abbiate paura: potete tutto. Io sono con voi. Prego ogni giorno per i pastori e mi aspetto lo stesso da voi. Perché, figli miei, senza la loro guida ed il rafforzamento che vi viene per mezzo della benedizione non potete andare avanti. Vi ringrazio.
 
“La Madonna ci dice di VIVERE i santi messaggi che ci dà,
non di fermarci soltanto ad una semplice lettura…”
Rispondiamo col cuore alla Chiamata della nostra tenerissima e dolcissima Madre... Preghiamo e confessiamoci spesso...così avremo la forza necessaria per testimoniare l'Amore di Dio e di Maria ed essere le Sue mani tese in questo mondo che vuol vivere senza Dio...
 
 
LA PREGHIERA DEL PERDONO:
Signore Gesù, ricorro a Te, oggi, per chiederti la grazia di perdonare tutti coloro che mi hanno offeso durante la mia vita. So che Tu mi darai la forza di perdonare. Ti ringrazio, perché Tu mi ami più di quanto io ami me stesso e vuoi la mia felicità più di quanto io possa desiderarla. Signore Gesù, voglio essere liberato dai risentimenti, dalle angosce e dalle inflessibilità che ho avuto nei tuoi confronti. Ti chiedo perdono per tutte le volte che ho pensato che tu mandavi la morte, le sofferenze, le difficoltà economiche, i castighi, le malattie nella mia famiglia. Purifica oggi la mia mente ed il mio cuore. Signore, adesso voglio perdonare me stesso per i miei peccati, le mancanze ed i fallimenti. Voglio perdonarmi per tutto ciò che davvero è male dentro di me o che io penso sia male...
Mi perdono anche per qualunque mia partecipazione all'occultismo, al gioco dei tarocchi, mi perdono per aver creduto negli oroscopi, per aver consultato gli indovini ed i cartomanti, per aver avuto o portato addosso amuleti... Rinuncio a tutte queste superstizioni e scelgo Te solo come mio Signore e Salvatore. Riempimi del tuo Santo Spirito. Mi perdono per aver nominato il tuo Nome invano o per aver bestemmiato, per non averti dato culto, non averti onorato come avrei dovuto... per aver mancato di partecipare alla S. Messa. Mi perdono anche per essermi opposto ai miei genitori... per essermi ubriacato, drogato... mi perdono per tutti i peccati contro la purezza: l'adulterio, l'aborto... per aver rubato... per le menzogne che ho detto. Di tutto questo mi pento e mi perdono sinceramente.
GRAZIE MIO SIGNORE PER LA GRAZIA CHE MI DAI IN QUESTO MOMENTO.
Perdono di cuore mia MADRE. La perdono per le volte che mi ha offeso... per quando si è mostrata risentita nei miei confronti ... per quando si è arrabbiata con me e mi ha castigato ... La perdono per le volte che ha preferito i miei fratelli a me. La perdono per tutte le parole offensive che mi ha detto, come tonto, stupido, cattivo... per le volte che mi ha definito il peggiore dei suoi figli... per avermi rinfacciato che ero costato un sacco di soldi alla famiglia... per avermi detto che non ero stato desiderato, che ero nato per errore, che non ero quel bambino/a che lei avrebbe desiderato... per aver visto in me sempre la parte negativa.
LA PERDONO DI TUTTO CUORE.
Perdono mio PADRE per le volte che non mi ha aiutato nelle mie necessità... per la sua mancanza di amore, di affetto, di attenzione verso di me... Lo perdono perché non ha avuto tempo di seguirmi quando ne avrei avuto bisogno. Lo perdono per le volte che si è ubriacato... che ha litigato e si è azzuffato con mia madre e con i miei fratelli. Lo perdono per la severità dei suoi castighi... per averci abbandonato, per essere andato via da casa, per aver divorziato da mia madre ed essere andato con altre donne...
OGGI LO PERDONO DI TUTTO CUORE.
Signore, voglio estendere il mio perdono ai miei FRATELLI e SORELLE. Perdono quelli che mi hanno rifiutato... che hanno detto bugie sul mio conto...che mi hanno odiato... che mi hanno serbato rancore... che sono stati miei rivali nel carpire l'amore dei genitori. Perdono coloro che mi hanno danneggiato nel fisico o nello spirito... coloro che sono stati particolarmente severi con me imponendomi castighi o rendendomi la vita difficile, in qualsiasi modo lo abbiano fatto...
LI PERDONO.
Signore, perdono mio MARITO/MOGLIE per la sua mancanza di amore, di affetto, di appoggio, di considerazione, di attenzione, di tenerezza, di comprensione.. Lo/la perdono per le sue mancanze, i suoi errori, i suoi difetti.. e per tutte le parole o azioni da lui/lei compiute che mi hanno ferito o mi hanno dato fastidio.
LO/A PERDONO DI TUTTO CUORE.
Gesù, perdono i miei FIGLI per la loro mancanza di rispetto, di obbedienza, di amore, di attenzione, di aiuto, di comprensione.. Li perdono per aver detto cose non vere dei loro genitori... per le loro cattive abitudini... per aver abbandonato la religione e la Chiesa... e per qualsiasi altra loro azione o parola che mi abbia fatto soffrire...
OGGI LI PERDONO DI TUTTO CUORE.
Signore, aiutami a perdonare i miei FAMILIARI: nonni, zii, cugini, nipoti che in qualche modo hanno interferito nella nostra famiglia... Li perdono per essere stati possessivi, per aver imposto la loro volontà, per aver causato confusione e messo discordia fra i familiari aizzando gli uni contro gli altri.
SIGNORE, OGGI LI PERDONO.
Dio mio, perdono oggi tutti i miei PARENTI ACQUISITI: suocero, suocera, genero, nuora, cognati e qualsiasi altra persona della famiglia del mio consorte che ha trattato la mia famiglia in malo modo, senza amore... Li perdono per le loro critiche, i pensieri, le azioni ed omissioni che mi hanno recato danno o mi hanno fatto soffrire.
OGGI LI PERDONO, SIGNORE!
Perdono la mia COMUNITA' RELIGIOSA, i fratelli e le sorelle della mia congregazione per il male che mi hanno fatto... Perdono i miei fratelli SACERDOTI per ogni opposizione, mancanza di accordo...
OGGI LI PERDONO, SIGNORE.
Gesù, aiutami a perdonare i miei COMPAGNI DI LAVORO che mi disgustano e mi rendono la vita impossibile... perdono coloro che mi caricano del lavoro che dovrebbe essere svolto da altri.. Li perdono per i loro pettegolezzi, per il rifiuto di collaborazione... per i loro tentativi di scalzarmi dal mio posto di lavoro.
LI PERDONO, SIGNORE.
Anche i miei VICINI hanno bisogno di esser perdonati per il chiasso che fanno, per la trascuratezza verso la proprietà, per i loro cani che infastidiscono, perché non mettono la spazzatura negli appositi bidoni... per i loro pregiudizi... perché creano discordia nel vicinato... non mi rivolgono la parola, bisticciano e mi portano rancore.
OGGI LI PERDONO.
VOGLIO PERDONARE DI CUORE I PRETI, LE SUORE E LA CHIESA, per tutte le mancanze di aiuto, per le loro chiusure, per l’incoerenza e gli scandali che mi hanno allontanato dalla fede. Li perdono di cuore, Signore, e ti prego di benedirli. Perdono anche il mio PARROCO per la mancanza di appoggio... per le sue spiegazioni non chiare, le prediche noiose... per le meschinità, la mancanza di amicizia... per non avermi incoraggiato come avrebbe dovuto... perdono i responsabili della mia parrocchia perché non si fidano di me, non mi stimano, non mi utilizzano adeguatamente affidandomi quegli incarichi che sarei idoneo a svolgere. Li perdono anche per qualsiasi altro torto fatto a me o ai miei familiari sia attuale che del passato.
OGGI LI PERDONO.
Signore, perdono le persone che hanno IDEE DIVERSE dalle mie, diversi punti di vista... Perdono quelli che mi hanno accusato, ridicolizzato, hanno fatto discriminazioni nei miei confronti... mi hanno preso in giro... mi hanno danneggiato anche economicamente. Perdono coloro che hanno una FEDE DIVERSA dalla mia e per questo motivo mi hanno attaccato, hanno discusso con me cercando di impormi la loro opinione oppure hanno tentato di allontanare i miei familiari dalla fede.
OGGI LI PERDONO.
Signore, perdono tutti i PROFESSIONISTI che in qualche modo mi hanno leso: dottori, infermieri, avvocati, giudici, uomini politici, poliziotti, pompieri, conducenti di trasporti pubblici... persone che hanno fatto piccole riparazioni in casa mia ed hanno preteso un compenso superiore al dovuto oppure hanno fatto male il loro lavoro.
SIGNORE, LI PERDONO.
Perdono anche il mio DATORE DI LAVORO perché non mi paga adeguatamente... non apprezza il mio lavoro... è poco gentile e ragionevole... perché si rabbia con me e mi è ostile... perché non mi ha dato le promozioni alle quali avrei avuto diritto, né si è mai congratulato con me quando lo avrei meritato.
SIGNORE, OGGI LO PERDONO COMPLETAMENTE.
Signore, perdono i miei INSEGNANTI ed ISTRUTTORI del presente come del passato. Perdono quelli che mi hanno castigato, insultato, umiliato.. quelli che mi hanno trattato ingiustamente e mi hanno preso in giro... quelli che mi hanno giudicato incapace, stupido o mi hanno dato altri titoli offensivi... perdono quelli che mi hanno castigato trattenendomi in classe alla fine delle lezioni. Signore, perdono gli AMICI che hanno parlato male di me o non mi hanno difeso quando altri lo facevano... quelli che non mi hanno sostenuto, che non sono stati disponibili quando avrei avuto bisogno del loro aiuto... coloro che hanno interrotto ogni contatto con me... coloro che non mi hanno restituito il denaro che avevo loro prestato...
OGGI, SIGNORE, LI PERDONO.
Signore Gesù, ti imploro oggi perché Tu mi conceda la grazia di perdonare LA PERSONA CHE MAGGIORMENTE MI HA FERITO IN TUTTA LA MIA VITA... Dammi, Signore la capacità di perdonare il mio peggior nemico, quello al quale ho detto che non lo avrei mai perdonato... quello al quale mi costa moltissimo accordare il mio perdono. Grazie Gesù, perché mi stai liberando dal male che deriva dal non perdonare. Fa', che lo Spirito Santo mi riempia della sua luce, perché siano illuminate tutte le aree della mia mente che si trovano ancora immerse nell'oscurità.
AMEN, ALLELUJA!
1 Padre nostro, 1 Ave Maria, 1 Gloria al Padre.
(P. Robert De Grandis)

Nessun commento:

Posta un commento