Translate

domenica 16 agosto 2015

Se lavoriamo per la Madonna , ai nostri bisogni ci pensa Lei


Padre Livio: Tu, Vicka, hai avuto malattie molto dolorose e prolungate. Non hai mai detto nulla alla Madonna?
Vicka: Ma guarda, Dio mi ha dato quel dono grandissimo della sofferenza e io sono stata contentissima in quel periodo quando ho avuto quel dono.
Padre Livio: Tu non parlavi con la Madonna delle tue sofferenze?
Vicka: Mai nessuna parola.
Padre Livio: Ma se la Madonna è mamma e amica, perché non le dici niente?
Vicka: Ma perché ho voluto rispondere con amore. Sai, padre, quanto amore lei mi ha dato, quante grazie, quante gioie e io con quella piccola sofferenza ho voluto ringraziare Dio. Ho solo detto alla Madonna: «Sono pronta ad accettare tutto quello che mi vuoi mandare per te e per Dio».
Padre Livio: Ma tu dei tuoi problemi non parli mai con la Madonna?
Vicka: Ma, grazie a Dio, non ho problemi.

Padre Livio: Vuoi forse dire che la sola visione della Madonna ti basta per risolverli tutti?
Vicka: Ma sai, padre Livio, oggi la gente si costruisce i problemi da sola, senza nessun motivo.
Padre Livio: Si tratta di problemi mentali, non reali...
Vicka: Mi verrebbe da ridere se uno mi dicesse: «Vicka tu hai dei problemi».
Padre Livio: Beh, ad esempio tu hai dei problemi di salute.
Vicka: Ma quelli sono grazie e non problemi.
Padre Livio: Tuttavia quando ci sono delle grazie da chiedere per gli altri, le chiedi sempre.
Vicka: Per gli altri chiedo sempre.
Padre Livio: Per te non chiedi mai nulla?
Vicka: Mai.
Padre Livio: Neppure la grazia della santità?
Vicka: Quella la Madonna la dà da sola. Io so che, se ogni giorno cammino, la Madonna risponde. Sai, noi dobbiamo ogni giorno credere e pregare per le intenzioni della Madonna. Lei poi conosce i nostri desideri e i nostri bisogni.
Padre Livio: La Madonna legge nei nostri cuori.
Vicka: Certo. Noi chiediamo un giorno una cosa, domani un'altra, dopodomani un'altra ancora. La Madonna è più contenta se noi ci impegniamo a fare la sua volontà. Ai nostri bisogni pensa lei.

Padre Livio: Effettivamente, leggendo la vita di santa Caterina da Siena, troviamo che Gesù una volta le ha detto: «Tu impegnati a lavorare per me, che alla tua salute e alla tua santità provvedo io che so e posso».
Vicka: Bellissimo. Questo vale anche con la Madonna. Noi lavoriamo per lei e lei penserà a noi.
Padre Livio: Riprendiamo il filo del discorso. Oggi c'è molta gente che è devota della Madonna, ma in realtà non ha ancora compreso che cosa significhi che la Madonna è nostra madre.
Vicka: È vero.
Padre Livio: Non hanno fatto ancora questo passo importante.
Vicka: Questo succede perché non possiamo mettere insieme l'attaccamento alle cose materiali con l'amore alla Madonna. Dobbiamo fare una scelta. Quando allontaniamo dal nostro cuore le cose che passano, quelle cose che sono nulla, allora possiamo comprendere l'amore della Madonna. Oggi la gente corre dietro a tante cose passeggere e lascia la Madonna all'ultimo posto. Certo che allora la Madonna è lontana. Lei non può avvicinarsi quando tu non vuoi. Se tu metti la Madonna al primo posto, scoprirai certamente il suo amore e il suo cuore di madre.
Se al primo posto mettiamo il lavoro, il guadagno, i divertimenti e tutte queste cose non scopro niente e non costruisco niente. Devo invece incominciare a costruire qualcosa nel mio cuore e vedere come posso crescere ad ogni giornata che incomincio. Questo dobbiamo fare per prima cosa e tutto il resto viene dopo.
Padre Livio: Per scoprire l'amore di Maria e quindi l'amore di Dio bisogna pian piano aprire il nostro cuore, come spesso chiedono i messaggi.
Vicka: Ma certo. Per chi vuole, la Madonna è sempre pronta. E ha anche tanta pazienza di aspettarci

3 commenti:

  1. La Sacra Famiglia è vissuta di stenti, di privazioni nella più assoluta povertà, e con i minimo necessario, questa è la tipologia di famiglia che la Vera Madre di Dio vuole, non quella che questi veggenti oramai ci hanno abituati, con case e alberghi intestati alle loro famiglie e ai loro parenti, o ville di lusso di loro proprietà, con tanto di piscina. La Madre di Dio, non porta ricchezza di beni terreni, ma solo ricchezza di beni spirituali, perchè Gesù sa bene che i beni terreni, portano l'uomo a satana. Santa Caterina da Siena, non ha nulla a che spartire con questi veggenti, mai si è arricchita è sempre vissuta in assoluta povertà, privandosi di tutto, come era la vera rfamiglia di Gesù....non cerchiamo di comparare i medjugoriani con Santi, al solo scopo di elevarli a santità, quando non sono santi.
    E' facile parlare con un intervistatore che ti aiuta a rispodere bene senza errore...uno che sta dalla tua parte..uno che ti sostiene e uno che tiu facilità la questione, dato che Livio fanzaga è il primo sostenitore dei Medjugoriani.Curiosamente 30 anni fa nessuno dei medjugoriani avrebbe mai fatto questi discorsi, evidentemente a forza di leggere discorsi di altri ed essere imbeccati, hanno imparato qualcoasa.

    RispondiElimina
  2. È vero, bisognerebbe vivessere anche loro non dico in povertà ma non certamente nel lusso

    RispondiElimina
  3. Non mi risulta che vivano nel lusso,avete visto la casa di Vicka?dove lo vedete il lusso?
    Avete visto come vive?tutto il santo giorno a colloquio con i pellegrini

    RispondiElimina