Translate

giovedì 31 gennaio 2019

P.LIVIO CON MARIJA DA MEDJUGORJE PER IL MESSAGGIO DEL 25 GENNAIO 2019- TESTO E VIDEO

TESTO DELLA DIRETTA DI P.LIVIO CON MARIJA DA MEDJUGORJE PER IL MESSAGGIO DELLA
REGINA DELLA PACE DEL 25 GENNAIO 2019




"Cari figli!
Oggi, come madre vi invito alla conversione. Questo tempo è per voi, figlioli, il tempo del silenzio e della preghiera. Perciò, nel calore del vostro cuore cresca il chicco della speranza e della fede e voi, figlioli, di giorno in giorno sentirete il bisogno di pregare di più. La vostra vita diventerà ordinata e responsabile. Comprenderete, figlioli, di essere di passaggio qui sulla terra e sentirete il bisogno di essere più vicini a Dio e con l’amore darete testimonianza della vostra esperienza dell’incontro con Dio, che condividerete con gli altri. Io sono con voi e prego per voi ma non posso senza il vostro Si.
 Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


------------------------------------------------
P. Livio: Questo messaggio sembra un invito ad entrare negli esercizi spirituali: silenzio, preghiera e conversione.
Marija: Mi sembra che ci stiamo avvicinando alla Quaresima.
P. Livio: Oggi è la festa della conversione di San Paolo: c’è anche questo riferimento molto importante.
Marija: Sì, proprio con questo invito alla conversione. Ogni due o tre mesi ci invita alla conversione. Si vede che ci stiamo allontanando e Lei, con la sua autorità di Madre, ci dice: “Convertitevi!”.
P. Livio: Secondo te, la Madonna ha scelto il 25 del mese per dare il messaggio perchè coincide con diversi altri 25? 25 gennaio conversione di San Paolo, 25 marzo l’Annunciazione, 25 dicembre Natale ...
Marija: 25 giugno anniversario. Non saprei, ma la Madonna è attenta ai momenti importanti per la Chiesa ... La Madonna non si stanca ad invitarci alla conversione, a dirci che il Paradiso ci aspetta e che dobbiamo impegnarci.
P. Livio: A proposito del silenzio, secondo te nella nostra vita così caotica riusciamo a trovare il silenzio? Per me è facile perchè vivo da solo, ma uno che vive in famiglia come fa?

Marija: Mi ricordo che già nei primi giorni delle apparizioni ha invitato tante volte il nostro gruppo parrocchiale di preghiera ad andare sulla Collina e rimanere nel silenzio ... Ricordo che questi momenti erano preziosi per la nostra vita. Penso che finché non rimaniamo noi con Dio nel silenzio, non faremo l’esperienza dell’incontro con Dio. Credo che la Madonna voglia aiutarci ad avere questo reincontro con Dio. Alcuni dicono: “Io non ho esperienza di Dio. Io non credo”. Questo perchè non abbiamo dato tempo, non siamo rimasti con Lui. La Madonna ci ha detto nei primi anni: “Non conoscete una persona se non state con quella persona”. Così è con Dio se non stiamo con Lui nella preghiera. E nel silenzio sentiamo la sua voce ...
P. Livio: La Madonna ha fatto altre volte allusione al chicco di grano che viene seminato in autunno, resta sotto la neve e poi spunta a primavera; così oggi dice che col calore del nostro cuore possiamo far crescere il chicco della speranza e della fede.
Marija: Sì, credo che la Madonna stia già pensando a questo albero, che è la nostra vita spirituale, che cresce grazie alla preghiera ... e può diventare un grande albero se noi ci apriamo a Dio e alla Madonna col nostro sì.
P. Livio: E’ anche vero che, come dice la Madonna, se noi cominciamo a pregare, poi si sente il bisogno di pregare di più.
Marija: Sì. Diciamo che mangiando si impara a mangiare. Così possiamo dire che pregando si impara a pregare. Quando uno comincia a pregare, all’inizio è difficile. Qui a Medjugorje molti pellegrini cominciano a pregare come mai prima e poi sentono il bisogno di pregare di più anche ritornando a casa. Questo è uno dei frutti bellissimi di Medjugorje: la preghiera che poi diventa preghiera continua ... diventa l’esperienza personale dell’incontro con Dio. Un conto è sentire altri parlare o testimoniare e altro è l’esperienza propria di conversione e di preghiera ... Ricordo che nei primi anni qui abbiamo pregato tantissimo ... Tante volte restavamo tutta la notte sulla Collina delle apparizioni pregando. Queste esperienze sono esperienze vitali per noi oggi, perchè abbiamo avuto l’incontro con Dio, non soltanto attraverso la Madonna, ma l’incontro personale con Dio: io e Dio. La Madonna ci chiede ora di fare questa esperienza personale, ci chiama ad essere più vicini a Dio ...
P. Livio: Mi ha colpito la frase: "La vostra vita diventerà ordinata e responsabile"... Ordinata vuol dire che dobbiamo rispettare una gerarchia di valori: Dio al primo posto, le cose spirituali e l’anima al primo posto e poi tutte le cose materiali ... Responsabile può voler dire che ognuno è responsabile della propria vita e solo tu ne rispondi davanti a Dio... La Madonna dice: "Comprenderete, figlioli, di essere di passaggio qui sulla terra". Quando nella preghiera si incontra Dio, si incontra l’eternità e si capisce che la vita qui sulla terra è, come dice la Madonna, un battito di ciglia, passa presto; ma però c’è un traguardo da raggiungere. Non è vero che finiamo nel nulla, come molti pensano che con la vita finisce tutto.
Marija: E’ vero. Per questo la Madonna ha portato Jakov e Vicka fisicamente a vedere il paradiso, il purgatorio e l’inferno: la vita non finisce qua, la vita finisce in Paradiso, ma quel Paradiso dobbiamo guadagnarlo. Per questo occorre responsabilità e mettere ordine nella nostra vita, seguendo i Comandamenti di Dio. Per questo la Madonna ci sta chiamando a proseguire questo cammino terreno, ad essere più vicini a Dio nell’amore, nella testimonianza, per fare esperienza dell’incontro con Dio.
P. Livio: Certo che se si incontra Dio, lo si può testimoniare, altrimenti siamo dei cembali squillanti non credibili. Questo vale anche per noi sacerdoti: se non incontriamo prima Dio nella preghiera, le nostre parole non riescono a convincere nessuno.
Marija: Sono convinta che tutti abbiamo bisogno di questo incontro con Dio, incontro amorevole, perchè il Signore si dona se noi siamo aperti, se diciamo il nostro “sì”, se cominciamo a mettere ordine nella nostra vita, perchè il disordine provoca solo confusione ...
P. Livio: Nella frase finale "Io sono con voi e prego per voi ma non posso senza il vostro Sì", mi pare di vedere un riferimento alla Giornata Mondiale della Gioventù, che ha come slogan la frase della Madonna: "Ecco la serva del Signore; si compia in me secondo la tua parola" (Lc. 1,36). Pare dica che ci deve essere il nostro "sì" come c’è stato il suo "sì" alla volontà di Dio.
Marija: Hai fatto un bel collegamento. Non avevo pensato a questo. Questo incontro con i giovani a Panama mi è caro in modo particolare perchè ci sono diversi sacerdoti e comunità molto legati a Medjugorje. Hanno fatto incontri preparatori, anche una giornata mariana ... Ho mandato loro un messaggio per dire che sono con loro nella preghiera perchè questi giorni, per l’America Latina e per i giovani di tutto il mondo, siano momenti di grande grazia ... Oggi c’è tanta confusione, tanti che si allontanano dalla fede ... La Madonna ci invita: “Ritornate alla preghiera, ritornate alla conversione, ritornate all’incontro personale con Dio” ... Grazie a Dio ci sono ancora tante persone che pregano, tanti giovani che hanno la speranza nel cuore ... C’è la speranza perchè c’è la Madonna ed è qui con noi. Lei è la Donna del “sì” e della speranza.. Quando gli apostoli erano confusi, Lei ha detto: “Pregate!”. Sì, preghiamo! Oggi abbiamo un buon motivo per pregare di più nel silenzio del nostro cuore, della nostra camera, come dice Gesù. Che ogni giorno la preghiera diventi sempre più forte per poter combattere ogni male... Non dobbiamo dimenticare che questo è il tempo della Madonna, che la Madonna è con noi e noi dobbiamo con decisione, con determinazione, con orgoglio, con fede e con speranza andare avanti, pregare e testimoniare senza paura e senza vergogna la nostra bellissima fede, che Dio ci ha dato col suo amore anche attraverso la Madre di suo Figlio e che ci manda ogni giorno.... Non scoraggiamoci, ma preghiamo ...
Marija e Padre Livio hanno quindi pregato il “Magnificat”
ed il Gloria

Padre Livio ha concluso con la benedizione.

FONTE: RADIO MARIA

Nessun commento:

Posta un commento